Intervista a Davide Musso, editor Terre di mezzo

terre_di_mezzo_editore_logo

Davide Musso è editor per la casa editrice Terre di mezzo, giornalista (ha collaborato, tra gli altri, con Rolling Stone e Pulp), scrittore (Vita di traverso, Gaffi). Il comun denominatore è certo la passione per la lettura e per la scrittura, ma come si conciliano queste tre figure professionali?
A volte si conciliano a fatica, perché si lavora su e con voci differenti che capita interferiscano tra di loro, in particolare per quanto riguarda la propria scrittura. Ma si punta sulla passione, appunto, per superare l’ostacolo.

Chi è per te l’editor e qual è il suo ruolo? Come vi siete incontrati tu e Terre di mezzo?
Con il termine “editor” si identificano due figure che non sempre e non necessariamente coincidono, ovvero il responsabile di collana o di settore che si occupa di scegliere e acquisire i libri, ma anche chi poi su quei libri “lavora” insieme con l’autore. Soprattutto in questo secondo caso, il ruolo dell’editor è quello di un lettore esperto, che deve cercare di far emergere agli occhi dell’autore eventuali problemi che il testo possa presentare, aiutandolo a trovare le soluzioni più adatte.
L’incontro con Terre di mezzo risale al lontano 1997, quando collaboravo all’omonima rivista come giornalista. Da lì il legame si è rafforzato negli anni e dal 2006 lavoro in casa editrice. Continua a leggere