Intervista a Giorgio Vasta, direttore creativo del Book Pride

Book Pride 2019Quando ha esordito con Il tempo materiale (minimum fax, 2008), Giorgio Vasta ha creato intorno a sé quell’orizzonte d’attesa che generalmente porta gli autori alla paralisi creativa o viceversa a una sovraesposizione compiacente e vacua. Lui no. È rimasto al di fuori dell’universo social, ha pubblicato nel 2010 Spaesamento per Laterza e nel 2016 Absolutely Nothing. Storie e sparizioni nei deserti americani, con le fotografie di Ramak Fazel per Quodlibet, e ha continuato solo sporadicamente a scrivere di libri e di cultura su minima&moralia e sulle pagine culturali di alcuni quotidiani: sempre evitando il sensazionalismo, con parole misurate e puntuali e per quei rari testi che realmente ritenesse significativi. Dal 2018 è il direttore creativo del Book Pride, la fiera dell’editoria indipendente di qualità. Continua a leggere

Annunci

Vita da editor (30) – Speciale “Più libri, più liberi”, Roma 2012

Nei pressi di uno stand

Visitatore: Buongiorno, mi scusi, Cinquanta sfumature di grigio ce l’avete?

Redattore: No, guardi, qui ci sono solo piccoli e medi editori; il romanzo della James è della Mondadori.

Visitatore: Ma certo, che sbadato! E Cinquanta sfumature di rosso?

______________

 

Un uomo con una risma di fogli fittamente scritti ha adocchiato il mio badge professionale

Presunto aspirante scrittore: Buongiorno. Lei è un redattore o un giornalista culturale?

Editor: Io? No, mi spiace: sono il magazziniere di una casa editrice.

______________

 

Nei pressi di uno stand

Visitatore: Salve, pubblicate anche raccolte di racconti?

Commessa: Non so… un attimo che chiedo all’editore, è qui con me.

Editore: Eh, penso che forse… un attimo che telefono al caporedattore.

Visitatore: La ringrazio, ma… un attimo che do un’occhiata da solo.

______________

 

Tra addetti ai lavori

Professionista non identificato: Vedo che avete rinnovato la grafica.

Editore: Sì, abbiamo licenziato il grafico e passato il tutto a uno stagista.

Professionista non identificato: Ah, però! Sembra bravo.

Editore: E soprattutto è gratis.

______________

 

Due amiche all’ingresso

Visitatrice: Credi che le Edizioni Paoline siano nello stesso stand di ieri?

Amica: Sì, non penso che Dio le abbia spostate per dargli maggiore visibilità.

______________

 

Nei pressi di uno stand

Visitatore: Per caso fate il prendi 2 paghi 1?

Redattore: No, purtroppo i biscotti Mulino Bianco li abbiamo terminati, ci sono rimasti soltanto libri…

 

Vita da editor (29): https://giovannituri.wordpress.com/2012/11/21/vita-da-editor-29/