Piccoli editori con grandi idee (10)

caratteri tipografici, piccola editoriaDal 9 al 13 maggio a Torino si terrà il Salone Internazionale del Libro, una bella occasione per conoscere nuove realtà editoriali e confrontarsi direttamente con chi c’è dietro il gran lavoro che precede e segue la pubblicazione di ogni testo. Io e TerraRossa saremo allo stand W176-X177 (padiglione Oval) insieme alla Stilo. Qui però continua il censimento dei piccoli marchi di qualità e vi invito a passare a trovarli ai loro stand; ecco a voi: Battaglia, Carbonio, Pidgin, Urban Apnea.

Battaglia Edizioni-logoPer Battaglia Edizioni ha risposto Lorenzo Battaglia, editore
Battaglia Edizioni nasce nel 2019 ed è una casa editrice indipendente che fonda il proprio catalogo su due concetti chiave: idealismo e realismo come fili conduttori del pensiero dell’editore. L’obiettivo è quello di portare avanti un’editoria critica, cioè analitica: valutare il già pensato e sforzarsi nel pensabile, e riuscire in progetti originali e socialmente funzionali.
Che cosa pubblica? L’elemento presente in ogni libro di Battaglia Edizioni deve essere l’espressione di un’idea che attraverso la narrazione (e anche agli elementi paratestuali) permetta al lettore di fare analisi e autoanalisi, riflettendo sui contenuti espliciti e impliciti del libro. Il medium e gli strumenti stilistici utilizzati sono secondari all’idea che vuole esprimere l’autore attraverso il testo e l’editore attraverso il paratesto e l’epitesto. Il fantastico, il comico, il drammatico, lo storico e tutti i generi permettono al lettore di generare analisi e autoanalisi per questo Battaglia Edizioni ha fatto la precisa scelta di non scegliere un genere o format su cui puntare perché non esistono generi e format di sera A e serie B. Un libro deve infondere voglia di leggere. Leggere per quanto sia un esercizio serio di analisi e autoanalisi è, per il lettore giovane e adulto, essenzialmente un divertimento, un bel gioco. Bisogna avere voglia di leggere – e un libro dovrebbe avere come obiettivo principale infondere questa voglia.
Oggi le collane di punta di Battaglia Edizioni sono quattro: la collana N.00 Millennial Bug dove sono pubblicati autori di narrativa già esperti e conosciuti e che ha dato il via alle danze ad aprile con le prime due pubblicazione targate BE, Bologna in fiamme di Gianluca Morozzi e Il manuale dei baffi di Pee Gee Daniel; la collana N. 70 Franchi Traduttori che propone autori stranieri ancora inediti in Italia e che pubblicherà a dicembre l’irlandese Billy Roche e nel 2020 l’autrice neozelandese Diana Wichtel; la collana N. 79 Rosso Veleno dedicata alle scritture sperimentali che vedrà a ottobre l’esordio di una giovane poetessa “hardcore” Alice Radice Diacono; la collana N. 10 Acquilone Cosmico che pubblica narrazioni sullo sport e i suoi personaggi e che esordirà nel 2020 con un libro che ripercorre la storia sociale, culturale e politica di una squadra simbolo del football come il Liverpool. Inoltre ci sono altre collane in via di definizione che si possono scoprire andando sul sito.
I libri di Battaglia edizione si possono trovare nelle librerie indipendenti, nei negozi online, allo shop del nostro sito e nelle librerie di catena. Siamo distribuiti e promossi a livello nazionale da Messaggerie Libri e Goodfellas.

Carbonio Editore_LOGOPer Carbonio Editore ha risposto Fabio Laneri, amministratore delegato
Carbonio nasce nel 2016 fondata da Fabio Laneri, architetto e imprenditore con la passione per l’editoria, e Fortunata De Martinis (presidente), già editrice nei primi anni ’90.
Alta qualità letteraria, poeticità, stile e idee sono le imprescindibili linee guida per la costruzione del nostro catalogo fatto di opere provenienti da diverse tradizioni culturali – Regno Unito, Slovenia, Russia, Usa, Giappone, Persia – ma dal respiro universale e capaci di sfidare il tempo. Del resto il carbonio è il principio della vita che permane oltre la morte, così come l’arte, la parola e il pensiero. Fondamentale è quindi la resa linguistica – la traduzione –, affidata a un team di professionisti di rodata esperienza.
Carbonio ha tre collane: Cielo stellato – dove convivono fiction e non fiction, romanzo, memoir, reportage; Zolle – dedicata alla saggistica filosofica di ieri e di oggi – e la neonata Origine, riservata a classici mai pubblicati in Italia oppure da tempo dimenticati, che conservano straordinarie forza e attualità.
In Cielo stellato troviamo dunque sia le inchieste della coraggiosa giornalista russo-americana Masha Gessen, sia le perturbanti distopie delle britanniche Aliya Whiteley e Jenni Fagan, sia ghiottissimi repêchages. Quello, ad esempio, dei romanzi di un grande irregolare come Colin Wilson che, con Un dubbio necessario prima e La gabbia di vetro poi, ha ottenuto un tale successo di pubblico e critica da spingerci ad acquistare i diritti della “trilogia di Gerard Sorme”, ambientata nella Londra travolgente e misteriosa dei primi anni ’60, che inizierà con il possente Riti notturni, la nostra strenna 2019. Altro recupero di rilievo è l’uscita di ottobre: la traduzione integrale de La chiocciola sul pendio dei fratelli Strugackij, massimi esponenti della fantascienza sovietica.
In Zolle intercettiamo le più recenti tendenze filosofiche: dalle riflessioni sulla trascendenza di Jules Evans al pensiero antinatalista di David Benatar fino a Simon Blackburn, di cui è prossima la pubblicazione di Specchio delle mie brame, saggio quanto mai attuale sul significato e il peso del narcisismo nelle società odierne.
Proprio in questo mese di maggio 2019, inauguriamo la collana Origine con un titolo attesissimo del 1900: I poteri delle tenebre. Dracula, il manoscritto ritrovato. Si tratta della versione islandese del capolavoro di Bram Stoker a opera dello scrittore norreno Valdimar Ásmundsson e approvata dallo stesso Stoker, che ne curò l’introduzione e le note. Questo sorprendente caso editoriale, emerso soltanto da pochi anni, conferisce luce e linfa nuove alla storia del Principe delle Tenebre rispetto al testo originario, rivelandosi sia una godibilissima operazione filologica sia una lettura forse ancora più congeniale agli occhi contemporanei in quanto più breve, scattante e anche più apertamente erotica.
Carbonio è distribuito da Messaggerie su tutto il territorio nazionale, dalle grandi catene alle librerie indipendenti verso cui ha molta attenzione.

logo_pidginPer Pidgin Edizioni ha risposto Stefano Pirone, editore e traduttore
Pidgin Edizioni nasce nel 2017 quando decido di impiegare diverse competenze professionali in un progetto editoriale fondamentalmente diverso. Le basi della casa editrice hanno radici nel mio lavoro di traduttore e nel mio personale background culturale, vicino alle controculture e all’underground urbano. La creatura che ne è sorta è una casa editrice con una propria personalità, che si esprime in due aspetti principali: una linea editoriale precisa, affamata di opere letterarie sopra le righe e fuori dagli schemi, sia nei contenuti sia nello stile; un’estetica coerente, minimalista e colorata, che caratterizza tutta la produzione grafica, sia stampata sia online. Il tutto è unito sotto il nome di “Pidgin Edizioni”, dove il termine “pidgin” assume diversi significati simbolici legati al suo senso originario: un ponte linguistico tra diverse culture e modalità espressive, che genera qualcosa di nuovo e che va oltre qualsiasi confine, barriera o limitazione.
Con questi presupposti, analizziamo le proposte italiane e scandagliamo i mercati esteri, specialmente quello americano, trovando pane per i nostri denti: la decadenza urbana e la fumosità percettiva di Il reattivo del sudafricano Masande Ntshanga; la scrittura viscerale e l’avventura distorta di Mira corpora di Jeff Jackson; il black humor disagiato e lo sperimentalismo post-moderno di Billy Argo: il ragazzo detective fallisce di Joe Meno; le testimonianze di solitari sopravvissuti in un mondo devastato, nel “prontuario tardivo” Atlante delle ceneri di Blake Butler; la frammentarietà sperimentale dello pseudo-noir Quaderni sull’acqua dell’iraniano Babak Lakghomi. A partire dal 2019, seguono due pubblicazioni di autrici dal grandissimo talento: Problems: stupefacenti complicazioni, di Jade Sharma, romanzo introspettivo esplosivo, caustico e coinvolgente sui problemi di dipendenza di una narratrice inaffidabile e così umana da essere a tratti sgradevole; e, in uscita a maggio, Il convalescente, di Jessica Anthony, un’ode agli insignificanti, nella narrazione della vita di Rovar, omino muto che vende carne da un autobus guasto, e della storia dei suoi antenati nell’Ungheria medievale.
Annunceremo a breve nuove stupefacenti pubblicazioni, con cui continueremo a cogliere di sorpresa anche chi ci segue da sempre.
Siamo distribuiti da DirectBook, ma curiamo anche una rete di rapporti diretti con le librerie.

edizioni-urban-apnea, logoPer Urban Apnea Edizioni hanno risposto Dario Emanuele e Dafne Munro, coeditori
Urban Apnea Edizioni è in attività dal 2015. In quel periodo Dario Emanuele curava una rubrica per un quotidiano online dove pubblicava racconti, e da lì nacque l’idea di una casa editrice digitale. Dafne Munro, con il suo carico di energia, competenze e professionalità, ha dato forma e consistenza al progetto, e dopo una gestazione abbastanza travagliata, sono arrivate le prime pubblicazioni. Nel corso del tempo si sono uniti i due grafici Angela Graci e Alessio Manna, la correttrice di bozze Federica Fiandaca e il traduttore-coordinatore Giuseppe Bellomo.
Oggi Urban Apnea Edizioni è una casa editrice che si muove senza distinzione e preconcetti tra digitale e cartaceo. Sulla scia dei Wu-Ming e sul modello dei blog, l’intero catalogo digitale è scaricabile gratis online senza iscrizione e con una donazione volontaria, mentre i volumi cartacei sono disponibili in print on demand e si possono richiedere nelle librerie d’Italia grazie a piattaforme come Satellite Libri e GoodBook.
Il catalogo è composto principalmente da autori stranieri classici, come Guy De Maupassant L’Horlà (trad. Alfredo Zucchi); H.G. Wells, La Stella (trad. Giuseppe Perez); Arthur Schnitzler, I Morti Tacciono (trad. Marco Patrone e Elisa Occhipinti) e Thomas Wolfe, Anatomia della Solitudine (trad. Dafne Munro), ma anche contemporanei come l’americano Peter Watts, Verbo Fatto Carne (trad. Antonio Vena), il cinese Ken Liu, Gli Algoritmi dell’Amore (trad. Matthew Taylor) fino a Kurt Vonnegut, di cui hanno avuto la fortuna di intercettare il racconto 2BR02B (trad. Giuseppe Bellomo) finito in Creative Commons negli Stati Uniti e ritradotto in italiano per scopi non commerciali con il gentile benestare dell’agente.
Particolare successo sta riscuotendo la nuova collana La Bolla, piccole trilogie di racconti di cui al momento fanno parte il geniale e poco conosciuto polacco Bruno Schulz (trad. Wiola Nioga e Dafne Munro), l’altrettanto sorprendente Evgenij Zamjatin (trad. Oxana Senchenko, Chiara Messina e Dafne Munro) e l’americana weird Gertrude Barrows Bennett (trad. Valentina Accardi e Chiara Messina). Tra gli italiani spiccano Valentina Di Cesare, Le Strane Combinazioni che Fa il Tempo e Marco Patrone, L’Estate del Pollo, adesso entrambi approdati ad Arkadia Edizioni, il cineasta Maurilio Mangano, Mekvle, ed Ettore Zanca, Oltre la Linea Bianca.
Infine una collana dedicata alla musica, guidata dai critici Fabio Casano, Simone Cappello, Vito Pompeo e molti altri.
Tutto il sistema si regge sul crowdfunding e sul sostegno di alcuni sponsor come il pub Graal Wine Club di Palermo e la Farmacia Rizzo di Mondello.

Qui trovate anche le altre interviste agli editori indipendenti:
https://giovannituri.wordpress.com/category/conversazioni-con-gli-editori/

Annunci

2 thoughts on “Piccoli editori con grandi idee (10)

  1. Massimo Angelini ha detto:

    Buongiorno Govanni, vedo che lei è attento alla piccola editoria di qualità. Spero che ci possa essere l’occasione per farle conoscere Pentàgora (blog.pentagora.it). Un bel saluto Massimo

  2. Consu ha detto:

    Ciao, piacere, mi chiamo Consuelo e sono una book e lifestyle blogger. Ho letto alcuni dei tuoi post e volevo farti i complimenti, Il tuo blog è davvero interessante. Ti andrebbe di dare un’occhiata al mio e dirmi cosa ne pensi? mi fa sempre piacere conoscere e supportare nuovi blog, ragione per cui ti seguo con piacere. Ti andrebbe di ricambiare? Buona giornata! ☺️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...