GoodBook.it: quando le librerie indipendenti fanno rete

logo goodbook.itIntervista a Serena Anselmini, co-responsabile del portale GoodBook.it

Le librerie indipendenti sono innanzitutto un luogo di incontro e di confronto e sono spesso le sole che danno attenzione e visibilità anche a opere meno commerciali, slegate dalle etichette dei grandi gruppi editoriali: una buona ragione per tutelarle. Ma sempre più spesso ci si chiede come possano concorrere con gli store online, che dispongono di una selezione molto più ampia di titoli, o con le librerie di catena, che possono permettersi sconti e agevolazioni sui libri di determinate case editrici. Una soluzione potrebbe essere fare “rete”: questa l’idea alla base di GoodBook.it, portale di e-commerce al quale hanno aderito 303 librerie indipendenti in tutta Italia e 89 editori, tra i quali Iperborea, L’Orma, Marcos y Marcos, minimum fax, nneditore, nottetempo, Voland.
Come funziona? Sul sito http://www.goodbook.it è possibile registrarsi e acquistare libri da un catalogo di oltre un milione di titoli, per poi pagarli e ritirarli nella libreria indipendente più vicina. Questo, oltre a mantenere vive le piccole librerie e le loro attività culturali, aiuta a contrastare il monopolio dei megastore (e riduce anche l’impatto ambientale dei trasporti).
Qui di seguito l’intervista a Serena Anselmini, co-responsabile del progetto.

Com’è nata nel 2011 l’idea di creare GoodBook.it e in che modo si è sviluppato ed è mutato il progetto in questi cinque anni?
GoodBook.it è nato osservando il panorama editoriale italiano ed estero. Riteniamo che sia fondamentale per una libreria essere presente anche sul web e beneficiarne per offrire ai propri clienti un servizio al passo con i tempi: GoodbBook.it permette tutto ciò. In Inghilterra c’è Hive, in Francia Paris Libraires, in Germania Genialokal, in Canada Les libraires, in USA Indie Bound, in Italia c’è GoodBook.it!
Nel 2011 nacque come “costola” di Centro Libri, grossista indipendente che rifornisce librerie in tutta Italia, per svilupparsi poi come progetto autonomo. Stiamo quindi lavorando per autosostenerci attraverso sponsor, partecipazione a bandi e servizi aggiuntivi quali GoodBook+. Grazie a GoodBook+ una libreria può avere un sito personalizzato con visualizzazione delle proprie giacenze e catalogo di tutti i libri in commercio.

Dal 2011 la situazione per librerie ed editori indipendenti è diventata ancora più complessa, in seguito all’acquisizione del distributore PDE da parte di Messaggerie e della fusione della RCS Libri con il gruppo Mondadori. Che contraccolpi ha avuto tutto questo per voi? La riduzione da 380 a 303 librerie aderenti si spiega con la chiusura di diversi punti vendita?
Ci ha sorpreso scoprire che la fusione ha ulteriormente sensibilizzato le librerie sull’importanza del far rete per dare voce al mondo che rappresentano: un mondo di realtà medio-piccole indipendenti che quotidianamente devono scommettere sulla propria professionalità per contrastare la politica aggressiva degli sconti offerta dagli e-commerce.
La riduzione del numero delle librerie aderenti non è tanto legata alla chiusura dei punti vendita ma a quanto una libreria riesce a beneficiare delle potenzialità che il web offre. Per aderire al portale è necessario che la libreria creda nella filosofia che ruota intorno a GoodBook.it, e che sia dinamica su più fronti. Siamo piuttosto esigenti nella selezione e nella cura del rapporto con tutte le librerie affiliate.

La legge Levi, che fissa un tetto massimo di sconto sui libri al 15%, è risultata un provvedimento efficace? Quali altre misure riterreste idonee per tutelare un mercato librario realmente libero?
Sosteniamo pienamente il Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai (SIL) e l’Associazione Librai Indipendenti (ALI) che si sono recentemente mobilitate per elaborare una nuova proposta di Legge che tenda a migliorare il mercato e a salvaguardare le librerie, limitando ancor più la possibilità dello sconto sul prezzo del libro.

GoodBook.it ha un occhio di riguardo per gli editori indipendenti, 89 quelli fidelizzati: in che modo cercate di agevolarli?
Nella nostra sezione “editori amici” ogni editore fidelizzato ha una pagina autogestita tramite la quale promuove novità editoriali, eventi o aggiunge contenuti personalizzati alle schede dei libri.
Inoltre lanceremo a breve La Scimmia dell’Inchiostro, il blog firmato GoodBook.it, che mira a creare rete tra tutti coloro che ruotano intorno ad un libro: librai, editori, lettori, blogger, scrittori, ecc. Punteremo i riflettori sui titoli dei nostri editori amici, e non solo, pubblicando anteprime, recensioni, consigli di lettura, interviste. Saranno gli stessi librai della rete e i lettori a recensire libri in uscita dei nostri editori amici!

I titoli più venduti sul vostro portale corrispondono grosso modo a quelli delle classifiche di vendita elaborate dalla Nielsen Bookscan o i vostri utenti (circa 15 mila quelli attivi) operano scelte differenti?
Le prenotazioni che riceviamo sono delle più varie, vero è che GoodBook.it ha un occhio di riguardo anche per titoli che probabilmente le grandi librerie di catena o i principali e-commerce tendono a metter meno in risalto. Questo fa sì che riceviamo prenotazioni anche di libri più particolari e ricercati e i librai della rete fanno il possibile per reperirli nei tempi più celeri possibile.

Quali sono le prossime iniziative (campagne promozionali, eventi, presentazioni) che state organizzando?
Anche quest’anno a maggio, per il Maggio dei Libri, lanceremo una campagna di promozione alla lettura. Vedrete sicuramente circolare in giro per il web la nostra campagna fotografica e per l’occasione sul portale sarà possibile ordinare con il 15% di sconto.
A Maggio inoltre saremo al Salone del Libro di Torino, ci fa molto piacere essere stati invitati all’Indipendent Corner, lo spazio del Salone dedicato ai progetti dell’editoria indipendente. Vi aspettiamo quindi sabato 14 maggio, alle ore 12:00!
Abbiamo in cantiere tanti altri progetti, tra cui degli eventi targati GoodBook.it. Per ora non possiamo svelare ancora nulla, ma saranno eventi in linea con la nostra filosofia e il desiderio di mettere in comunicazione i diversi soggetti coinvolti nel mondo dei libri.
Per restare aggiornati seguiteci sui nostri canali social! Oppure scriveteci a info@goodbook.it per ricevere la newsletter o iscrivervi al servizio WhatsApp.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...