J.D. Salinger, PER ESMÉ: CON AMORE E SQUALLORE (da NOVE RACCONTI)

[dal racconto Per Esmé: con amore e squallore, nella raccolta Einaudi Nove racconti, traduzione di Carlo Fruttero]

– Posso domandarle quale era il suo impiego prima di entrare nell’esercito? – mi chiese Esmé.
Dissi che non avevo mai avuto un impiego, che avevo finito l’università solo da un anno ma che mi piaceva considerarmi uno scrittore di racconti di professione.
Lei annuí educatamente. – Pubblicato? – chiese.
Era una domanda vecchia ma sempre delicata, alla quale non ero in grado di rispondere con un semplice sí o no. Cominciai a spiegare che in America la grande maggioranza dei direttori di riviste sono una massa di…
– Mio padre scriveva benissimo, – interruppe Esmé. – Ho tenuto molte sue lettere; per i posteri.
Dissi che mi pareva un’ottima idea.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...