NESSUNO PUÒ PORTARTI UN FIORE di Pino Cacucci per “Raccontami (16)”

Nessuno può portarti un fiore_Cacucci

Gli altri “ribelli” di Nessuno può portarti un fiore

Pino Cacucci aveva già narrato di utopisti e rivoluzionari in Ribelli! (Feltrinelli, 2001) e prosegue su quel percorso in Nessuno può portarti un fiore (ancora Feltrinelli), ridando voce a partigiani, sovversivi e borderline: «raccontare di anarchici è anche un modo per contrastare l’ottusità di quanti usano questo ideale di emancipazione come sinonimo di caos». Con una narrazione piana e lineare, Cacucci raccoglie sette biografie romanzate e crea un’opera organica non dissimile, se non per la maggiore estensione narrativa e per un taglio più didascalico, da Mosche d’inverno di Eugenio Baroncelli.

[…]

Con Nessuno può portarti un fiore Cacucci si è aggiudicato il Premio Chiara 2012, convincendo dunque prima la giuria tecnica, successivamente la giuria popolare, e sbaragliando gli altri due illustri finalisti: Sandro Veronesi con Baci Scagliati Altrove (sulla cui vittoria avevo scommesso) e Niccolò Ammaniti con Il momento è delicato. Senz’altro la sua è una lettura piacevole, con puntuali richiami a una realtà storica che appare oggi molto più lontana di quanto non sia, eppure, possibile che nessuno sia rimasto un po’ indisposto da alcuni eccessi retorici? Che nessuno sia stato infastidito dallo stile agiografico con cui Cacucci più che riscattare alcuni personaggi finisce per innalzarli alle soglie del Paradiso?

Recensione completa su Sul Romanzo:
http://www.sulromanzo.it/blog/raccontami-16-nessuno-puo-portarti-un-fiore-di-pino-cacucci

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...