Vita da editor (33)

Editor: Che ne dici del seguente estratto?
“Ogni tanto lo speaker tace. Il cameraman filma. Allora sentiamo la voce della guerra. È un rumore riconoscibile come l’acciottolio dei piatti nell’acquaio. È un silenzio rotto qua e là, tessuto sforbiciato da un sarto nervoso. I passi di uno che scappa, sassi sordi che affondano nel fango. Una raffica, nemmeno così terribile, come una collana che si rompe. Poi il botto duro di un obice. La telecamera che trema. L’obiettivo imbrattato da uno schizzo. Parlottio, come di ragazzi fuori da una scuola. Una testa si affaccia da una macchina carbonizzata, piccola e vispa come quella di un pulcino che ha appena rotto il guscio.”

Collega: Terribilmente retorico e lezioso, impubblicabile.

Editor: È tratto da Venuto al mondo della Mazzantini…

Collega: Dai, non scherzare!

Editor: Prima edizione, pagina 209, terzo paragrafo.

Collega: Gulp!

 

Vita da editor (32):
https://giovannituri.wordpress.com/2013/01/18/vita-da-editor-32/

Annunci

9 thoughts on “Vita da editor (33)

  1. Club del Libro - Bari ha detto:

    Ahahah! Tu ce l’hai proprio a morte con Mazzantini! 😀

  2. Tale's Teller ha detto:

    Purtroppo non esiste nulla che sia “impubblicabile” e spesso alle stampe arrivano prodotti di qualità inferiore delle avvertenze sulle scatole di aspirina.

  3. […] Vita da editor (33): https://giovannituri.wordpress.com/2013/02/03/vita-da-editor-33/ […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...