Nikolaj Gogol’, LE ANIME MORTE

[…] non riconosce, il giudizio contemporaneo, che grande profondità di spirito occorre a illuminare una scena tolta dalla vita, ed elevarla a perla della creazione;  non riconosce, il giudizio contemporaneo, che l’alto, ispirato riso è degno di stare a paro con l’alto impeto lirico, e che un abisso lo divide dalle smorfie del pagliaccio da fiera.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...