Vasilij Grossman, IL BENE SIA CON VOI!

Teneva il libro aperto sulle ginocchia e, lo sguardo fisso sempre sulla stessa pagina, restava lì, con gli occhi socchiusi e il sorriso assonnato dei ciechi che tendono l’orecchio ai rumori della vita. Non leggeva, ma i libri erano un’abitudine talmente inveterata che gli sembrava comunque necessario accarezzare una copertina ruvida e misurare con le dita tremanti lo spessore della carta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...